duetart home...
  a
 
 
about us
 
conctact
 
find us
 
to buy

Nome:
Eija-Liisa Ahtila

E' nata nel 1959 a Hämeenlinna, in Finlandia; vive e lavora a Helsinki.
Ha iniziato ad imporsi all'attenzione del pubblico sin dalla fine degli anni '80, attraverso un lavoro teso ad unificare generi diversi tra loro quali fotografia, film e video, omogenei nel permettere l'espressione di un pensiero visuale e narrativo.La sua arte oscilla tra fabbrica dei sogni e documentazione e si distingue per l'interesse e la costanza nell'indagare il reale e riflettere sulle forme del vivere. L'uso dell'immagine è al servizio di un dettato narrativo, e attraverso il racconto si struttura così una registrazione del quotidiano, in cui il banale assume parvenze surreali e la normalità si traveste di mistero. La perfezione formale e l'uso dei colori che presentano una luminosità quasi pittorica sono strumenti di ricerca fortemente emozionali sui temi contemporanei cari all'artista: l'identità, i fluidi confini tra essere e apparire, la famiglia, la coppia e la difficoltà di comunicazione. I suoi lavori sono piccole storie di vita raccontate attraverso un linguaggio semplice e realistico capace di rappresentare, attraverso sovrapposizioni o accostamenti di immagini e frammenti, i molteplici punti di vista.
La sicurezza tecnica rubata al cinema e alla pubblicità sostiene una produzione apparentemente documentaria, con una spiccata vena epica che si rivela essere il grande racconto dell'uomo e della donna di fine millennio, e se i primi lavori erano in linea col pensiero femminista, nelle opere successive l'artista ha esteso il suo interesse al rapporto tra le generazioni e i sessi, tra sensibilità individuali ed esperienza, tra verità e finzione. Non per niente i suoi film sono definiti "drammi umani", per l'orientamento esistenzialista e le sottese questioni filosofiche e psicologiche costruite su dialettiche talvolta inquietanti, sempre intriganti, poiché creano uno scambio di emozioni e reazioni tra quanto è narrato e lo spettatore, che si trova ad essere "dentro" la scena, ad interagire con i personaggi.

PRINCIPALI MOSTRE PERSONALI E COLLETTIVE:
2009-2010 Il piacere del collezionista. Opere scelte dalla Collezione Finstral, Kunst Merano Arte, Merano (BZ)
2005 Show Reel - Eija-Liisa Ahtila, MAXXI - Museo delle Arti del XXI secolo, Roma
  Donne tra visioni insofferenti, Galleria Pasifae, Roma
  51 Biennale, Padiglione Italia - L'esperienza dell'arte, Giardini di Castello, Venezia
  Fotografia contemporanea: arte e fotografia dal 1960 al 2000, Roberta Lietti Arte Contemporanea, Como
2004-2005
Dimensione follia, Fondazione Galleria Civica, Trento
2010
Museo privato | Echakhch | Kopystiansky, Gamec, Bergamo
2004 Lei - Donne nelle collezioni italiane, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino
  Eja-Liisa Ahtila, Museion, Bolzano



duetart gallery

vedi opere:
La donna che visse due volte