duetart home...
   
 
 
about us
 
conctact
 
find us
 
 

Wolfgang Tillmans

vedi opere:
Sussurri e grida
Fil rouge


Wolfgang Tillmans (Remscheid, Germania, 1968) si caratterizza per un'energia dal forte tratto distintivo, sia che si fissi su dettagli struggenti, sia che si dedichi a pose comuni sottratte alla banalità del quotidiano. Percorrendo i “generi” storici consacrati dall'arte – ritratti, nature morte, paesaggi – propone una lettura alternativa all'idea convenzionale della bellezza, in lui sempre carica di un contenuto enigmatico e lirico che si rivolge alla sfera emozionale dello spettatore. Le sue inquadrature, spesso apparentemente spontanee e improvvisate, sono in realtà attentamente pianificate, e ciò conferisce alle immagini che pur trattano temi piuttosto usuali un magico alone di fascino: l'occhio “onnivoro” di Tillmans cattura i momenti e i dettagli senza il giudizio di chi ha un intento documentaristico: la macchina fotografica si limita a fissare l'attimo con la consapevolezza che ogni scatto consente al suo autore di cogliere qualcosa di più di se stesso, sia che si tratti delle piccole foto che raccontano la sua vita privata, sia che si tratti di immagini grandi come pareti, in cui è racchiuso tutto il suo mondo. Tillmans è curioso dell'uomo come soggetto singolo perché essenzialmente gli interessa capire se stesso, e anche quando ritrae intere generazioni o gruppi, non lo tocca lo spirito collettivo ma lo stile personale di vita del singolo giovane con cui si misura, affascinato dall'idea che ogni individuo ha di sé nel momento in cui si racconta a un altro.

Dopo numerose collaborazioni con riviste di moda e design,ha perfezionato gli studi di fotografia e ha cominciato ad ottenere un successo crescente che gli ha fatto conquistare nel 2000 il prestigioso Turner Prize. Ha esposto dal 1999 nelle più importanti istituzioni museali (Tate Liverpool, Kunsthalle di Vienna, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino, Kunsthalle di Amburgo, Museo d'Arte Contemporanea Castello di Rivoli). Ha lavorato a Berlino, Colonia, Londra e New York.


duetart gallery
duetart